Rieti, dove mangiare?


Rieti, la città dove sono nata e cresciuta, è piuttosto piccola, e per questo viene spesso disprezzata dai ragazzi che vi abitano. Eppure, per quanto riguarda ristoranti e pizzerie per noi “senza glutine”, è decisamente ben attrezzata.

Sulla lista dell’Aic possiamo trovare il ristorante/pizzeria “Da Valerio”. Ci andavo spesso anche prima di essere celiaca; è un locale molto grande, con varie sale, e tanta, ma tanta confusione. Si mangia veramente bene, ed il personale è sempre gentile. Per quanto riguarda noi celiaci, il menù è lo stesso degli altri, quindi si può, per esempio, mangiare il loro antipasto misto o la pizza senza incorrere in alcun rischio. Ci sono stata varie volte e mi hanno portato pane e focaccia. Unica pecca, un tiramisù di quelli confezionati che non era un granché, per il resto vale decisamente la pena.

Altro ristorante/pizzeria è “La foresta”, che si raggiunge dopo aver percorso una lunga salita andando oltre il cimitero. Anche qui nessuna differenza di menù. Da notare la pizza, morbida e molto buona. Peccato che mi sia stata servita praticamente quando le altre persone del mio stesso tavolo avevano finito di mangiare. Come spesso accade, purtroppo, l’attesa per i cibi celiaci è più lunga. Non ho provato il dolce, ma so che era presente.

Abbiamo ancora “Al Pincetto”, in piazza Oberdan vicino alla stazione. Ho preso solo una pizza a portar via, che non consiglio, però non ho provato a mangiare proprio nel locale, e di solito c’è sempre una differenza quando la pizza viene appena servita. Quindi il giudizio rimane in sospeso.

Ancora un’altra pizzeria, “Quelli de Il carro al Coccio”. Molto buona, ho apprezzato soprattutto l’onestà. Avevo chiesto un calzone, già aspettandomi che non fosse possibile averlo. Il cameriere mi rispose che farlo lievitare bene sarebbe stato molto difficile, che quando c’era poca gente provavano a farlo, ma che in quel caso non me lo consigliava. Meglio saperlo, piuttosto che rimanere poi delusi, così presi un altro tipo di pizza, che mi è decisamente piaciuta.

Un’altra pizzeria è “Lu Belmontese”, che mi piaceva tantissimo prima di essere celiaca, soprattutto la sua spaccata. Ho preso ieri una pizza a portar via, che, decisamente, non reggeva il confronto. Era una bianca con provola e prosciutto, il cui impasto era morbido, sì, però ricordava più la mollica del pane, che una pizza vera e propria.  Come sempre c’è da dire che la pizza portata a casa si raffredda, e perde moltissimo, però è stato proprio l’impasto a non convincermi. Rimpiango la loro spaccata 🙁

 Un’ultima pizzeria/ristorante che ho provato è Pappamondo, in zona campoloniano. Come al solito, lunga attesa per la pizza senza glutine. Le altre persone del tavolo avevano finito la loro pizza, mentre a me non era stato portato nulla, nemmeno il piccolo antipasto che a loro era stato offerto. E facile pensare “non posso portare una bruschetta, allora non porto niente”, ma un pezzetto di formaggio o di prosciutto?! Persino le gallette di riso mi sarebbero andate bene. Infine la pizza non era nemmeno un granché. Personalmente, non ci tornerei.

Infine ce ne sono altri che ancora non ho provato: “Il picchio allegro”, “Il mondo antico”, “Cintia”, “La corte”, “La locanda del carro”! Insomma per una piccola città come Rieti la scelta è abbastanza vasta!

P.S. se anche voi volete scrivere di qualche pizzeria, bar, ristorante.. potete farlo qui 🙂

 

 

Rieti, dove mangiare?ultima modifica: 2015-10-07T23:08:13+00:00da eligi2493
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento