Sugli sci con me..


Siamo ormai in inverno, e si avvicina il periodo della settimana bianca. Non so voi, ma io amo sciare, le piste innevata, i panorami mozzafiato, la sensazioni del vento in faccia.. mi piace tutto dello sci. Però, chi scia sa che non ci sono solo momenti belli, che a volte provi un attimo di paura di fronte ad una discesa troppo ripida, o ad una pista troppo ghiacciata, un attimo, quello che basta per riconoscere il pericolo, ed affrontarlo.

La vita è un po’ così, va presa una curva alla volta, una discesa dopo l’altra, fermandosi solo il tempo necessario per guardare il panorama, e lo stesso vale per la celiachia. Almeno per me.

Da quando ho avuto la mia diagnosi ho passato periodi in cui tutto filava liscio come l’olio, una neve perfetta, senza pericoli, il cielo splendente ed il sole che ti scalda attraverso la tuta da sci, e periodi in cui sentivo che questa dieta sarebbe sempre stata impossibile da seguire, periodi dove, non so perché, tutto si contaminava, dove provavo un odio enorme verso me stessa e verso questa malattia, come una sciata su una lastra di ghiaccio, dove ogni curva deve essere calcolata, preparata, per non rischiare di scivolare.

Questo per dirvi, a parole mie, come non sia sempre facile accettare di essere celiaci, affrontare una situazione dove ti senti diverso, andare da qualche parte e non poter mangiare nulla, o complicare la vita ad amici e familiari per raggiungere un qualche posto che sia certificato; però, anche in questi casi, guardate per un secondo la discesa che vi spaventa, prendete un respiro profondo, e poi sciate!

Sugli sci con me..ultima modifica: 2016-01-13T21:06:58+00:00da eligi2493
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento